info@ilcavallobianco.it
INIZIATIVE DI CITTADINANZA ATTIVA: "TUTTI IN CAMPO PER UNA CITTA' MULTICULTURALE 2005" l'idea di un "laboratorio permanente delle diversit sul territorio" alla base dell'iniziativa che si svolger a Roma dal 26 maggio al 1 luglio 2005 si svolger a Roma la Quattordicesima Edizione della manifestazione TUTTI IN CAMPO PER UNA CITT MULTICULTURALE XIV EDIZIONE, festa di sport, cultura e integrazione sociale. ... -> ... INIZIATIVE DI CITTADINANZA ATTIVA: - UNA CASA FAMIGLIA PER I BAMBINI DI BEGOMEL - vuoi partecipare al progetto per realizzare una casa famiglia per i Bambini di Begomel, a Minsk, Bielorussia, puoi contattarci a info@ilcavallobianco.it, ed inviare il tuo contributo al conto dell'Associazione Il Cavallo Bianco, C/C BANCARIO 23437/11 ABI 3002 CAB 05029 CIN Q. APPUNTAMENTI: Gioved 23 giugno 2005, ore 21,00 - Happening Teatrale "PINOCCHIO NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE" Oratorio Parrocchia S. Stanislao - Via Rolando Vignali, 15 Roma (Cinecitt Est) .... -> ...

ARGOMENTI

[ Home Page ]


..: TUTTI IN CAMPO :..

Cittadinanza Attiva

L'Associazione

Impegno Civile e Impegno Sociale

Progetti

Handicap e Sessualità

IntegrAzione

Cultura

Scripta Manent - Pensieri e Parole

Teatro e dintorni

Sport ed espressività

I Bambini di Begoml

La rete

Rassegna Stampa

Testimonials







LOGIN
REDATTORI









Cooperativa TANDEM

immagine Rivista Animazione Sociale

Logo Caritas

locandina del film - il ronzio delle mosche - di Dario D'Ambrosi


Logo Disabili .com - oltre le barriere
..:  TUTTI IN CAMPO  :..

Recensione della prima puntata dello “Speciale Bielorussia”
della trasmissione TV "Attraverso lo Specchio", in studio ospiti i ragazzi di Begoml

Ieri sera, su Lazio TV, è andata in onda la prima delle tre puntate previste per questa mini serie di trasmissioni dedicate all’accoglienza di 23 ragazzi provenienti da Begoml e dintorni, in Bielorussia, qui a Roma, “Attraverso lo Specchio – Speciale Bielorussia”, che erano tra i tanti ospiti in studio, anche a ricordare la ricorrenza, quest’anno, dei trent’anni dal disastro nucleare di Chernobyl, di cui questi ragazzi ancora oggi subiscono le conseguenze


a cura di Antonio De Honestis

______________________________________________________________________

Il programma si apre con una rappresentazione di arte televisiva che ha voluto rievocare il tragico incidente nucleare del 1986, con segmenti dei due precedenti film di Giovanni Sansone che si sovrapponevano a immagini della Compagnia teatrale di Begoml in studio che vagabondava camminando lentamente come inanimata, ombre, come a significare la tristezza e la morte che quella sciagura ha portato con sé e il segno che ha lasciato, mentre a Sansone venivano tagliati i capelli, nella sua totale indifferenza da uomo che cade dalle nuvole, forse a ricordarci che queste disgrazie riguardano l’umanità intera, specie quando si tratta di nucleare che, come poi è stato detto in seguito, viene prodotto primariamente per scopi bellici.

Ed è Massimo Bonfatti, della Onlus Mondo in Cammino, in diretta telefonica dal Piemonte dove opera, ad erudirci sulla situazione attuale, reduce da un viaggio nel Paese slavo in questi giorni, le conseguenze si ripercuotono sulla salute dei bambini che nascono ancora oggi, il ciclo alimentare è il responsabile maggiore dell’avvelenamento da sostanze radioattive presenti nel terreno, gli incendi che colpiscono la zona ultimamente fanno sì che la radioattività si diffonda anche in Europa e raggiunge anche l’Italia. Come Il Cavallo Bianco a Begoml, anche Mondo in Cammino svolge delle attività di intervento diretto in due realtà locali, chiunque volesse saperne di più può visitare il loro sito internet http://www.progettohumus.it/index.php .

Sono proprio i ragazzi della Cooperativa Matrioska, che vivono e lavorano a Roma, vittime innocenti di questo incidente, Sergei e Olga, che ci presentano un Meteo “radioattivo” come loro solo sanno fare, con contraddizione e incertezza, simpatia e allegria.

Reduce dal suo ultimo lavoro editoriale “Le Stanze Inquiete”, pubblicato da La Vita Felice – 2016, (http://www.lavitafelice.it/scheda-libro/lucianna-argentino/le-stanze-inquiete-9788877997777-320806.html), ospite d’eccezione la poetessa romana Lucianna Argentino, non nota al grande pubblico, come molti poeti d’altro canto, che con molta disponibilità ha illustrato e recitato alcuni dei suoi poemi. Questa sua ultima produzione ha la caratteristica di dipingere personaggi che l’autrice ha “conosciuto” durante la sua occupazione stabile, la cassiera di un supermercato, affascinata dalle persone che via via ha incontrato nelle sue giornate, munita di carta e penna, ha pazientemente appuntato spunti e versi che poi ha sagacemente rielaborato, in un rapporto con il prossimo che non è di indifferenza, ma è fatto d’attenzione se non d’amore, la sua poesia è riflessiva, intimista, alquanto ermetica. Sollecitata da una domanda da un appassionato membro del pubblico cita Mario Luzi come poeta preferito, ma anche Ungaretti e Montale e data la tematica della serata ha spezzato una lancia per la poesia russa del Novecento.

Ormai habitué della trasmissione, da Paliano, gli ospiti con disagio psichico della “Casa Johnny e Casa Mary” accompagnati da Enzo Prisco, direttore artistico del Festival cinematografico “Corto… Ma Non Troppo”. Questi si è detto contento dell’esito dell’evento a tutt’oggi ed ha presentato l’edizione di quest’anno che si svolgerà nella loro cittadina nel frusinate, il week end che va dal 3 al 5 giugno prossimi, il Festival si è ampliato ancora, oltre ad essere aperto a cortometraggi che siano curati da persone con disagio psico-sociale, stavolta il Concorso è aperto anche alle Scuole Superiori, e a individui, purché si tratti di tematiche marginali e di diversità. A fianco della competizione cinematografica, ne è aperta un’altra in questa Edizione per la fotografia, sempre sul tema del disagio e della disabilità titolato “Così Come Sei”, la Cooperativa Matrioska è sempre un’invitata benvenuta del Festival.

Altri ospiti presentati dall’allegra coppia Mascia e l’Orso, l’Orso è Sebastiano Alfei, sono stati il leader dell’Associazione Sportiva “I Lazzaroni” Davide Pierangelini e Andrea Papa, della scuola di circo Big Up, che opera presso l’Associazione stessa. Molta attenzione da parte di entrambi è data ad interventi sociali di sport, mentre per quello che riguarda il circo l’acrobata ha precisato che non ci sono limiti, chiunque può avvicinare le arti circensi a prescindere dalle proprie limitazioni. Il suo è stato un esplicito invito a partecipare ai loro gruppi, l’impegno e il gioco si coniugano in quello che è un percorso di conoscenza delle proprie potenzialità fisiche, tramite il circo un avvicinamento all’uso del corpo a prescindere dalla propria disabilità, per contatti http://www.bigupcirco.it/.

Questa prima puntata speciale sulla Bielorussia non poteva concludersi meglio che con un servizio video su una visita che Giovanni Sansone e i ragazzi della Casa delle Arti e dei Mestieri di Begoml hanno fatto recentemente all’Ambasciatore italiano a Minsk, Stefano Bianchi, il quale li ha accolti con la moglie. Disponibilmente si è lasciato porre alcune domande dai ragazzi, ha voluto spiegare come sia importante l’ospitalità italiana per i giovani bielorussi, come ciò favorisca i rapporti tra i nostri Paesi, sia a livello politico, sia a livello culturale e umano, la lingua italiana è infatti la terza lingua studiata in Bielorussia, ha voluto precisare come la sua permanenza in questo Paese gli sia gradita, gli italiani sono ben voluti, l’Italia una località amata e rispettata.

Dunque una prima puntata di un trittico che avrà come tema portante i ragazzi e la Bielorussia, loro sono per questi giorni ospiti e protagonisti, alla Cooperativa Matrioska e l’Associazione Volontari Il Cavallo Bianco va il merito di rendere tutto ciò possibile, come un grazie va pure a tutti quelli che con loro collaborano, l’appuntamento per cui è semplicemente in TV per il prossimo mercoledì, 9 marzo, ore 21, su Lazio TV (Ch. 12).

top




Sito del progetto Humus
Intervento di Cooperazione Internazionale a favore delle Vittime di CHERNOBYL





www.vita.it - non profit online

IN BACHECA

cartolina di Natale

locandina spettacolo teatrale

locandina spettacolo teatrale

Protocollo d'intesa

PROTOCOLLO D'INTESA
Italia - Bielorussia


La Casa Famiglia

Accoglienza dei bambini di Begoml 27 maggio - 1 luglio 2005

Il progetto "UNA CASA FAMIGLIA" per i bambini di Begoml
C/C BANCARIO 23437/11 - ABI 3002 - CAB 05029 - CIN Q


Logo Fondazione PFIZER il progetto stato realizzato con il contributo della FONDAZIONE PFIZER

Laboratorio Permanente

Laboratorio permanente delle diversit sul territorio

Youth Action for Peace
Logo Pax Christi Roma
Logo Rivista Libera
Logo Rivista Mondialit
Comunit Exodus
Logo Gruppo Fonderia
Logo Comunit di Sant Egidio
Logo L'Isola che non c'era
cartolina di Natale
auguri di Natale 2004
Bandiera della Pace
Logo Anno Europeo dei Disabili 2003

Logo di Cittadinanza ai disabili mentali in povert