info@ilcavallobianco.it
INIZIATIVE DI CITTADINANZA ATTIVA: "TUTTI IN CAMPO PER UNA CITTA' MULTICULTURALE 2005" l'idea di un "laboratorio permanente delle diversitÓ sul territorio" Ŕ alla base dell'iniziativa che si svolgerÓ a Roma dal 26 maggio al 1 luglio 2005 si svolgerÓ a Roma la Quattordicesima Edizione della manifestazione ôTUTTI IN CAMPO PER UNA CITT└ MULTICULTURALE ľ XIV EDIZIONEö, festa di sport, cultura e integrazione sociale. ... -> ... INIZIATIVE DI CITTADINANZA ATTIVA: - UNA CASA FAMIGLIA PER I BAMBINI DI BEGOMEL - vuoi partecipare al progetto per realizzare una casa famiglia per i Bambini di Begomel, a Minsk, Bielorussia, puoi contattarci a info@ilcavallobianco.it, ed inviare il tuo contributo al conto dell'Associazione Il Cavallo Bianco, C/C BANCARIO 23437/11 ABI 3002 CAB 05029 CIN Q. APPUNTAMENTI: Giovedý 23 giugno 2005, ore 21,00 - Happening Teatrale "PINOCCHIO NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE" Oratorio Parrocchia S. Stanislao - Via Rolando Vignali, 15 Roma (CinecittÓ Est) .... -> ...

ARGOMENTI

[ Home Page ]


..: TUTTI IN CAMPO :..

Cittadinanza Attiva

L'Associazione

Impegno Civile e Impegno Sociale

Progetti

Handicap e Sessualità

IntegrAzione

Cultura

Scripta Manent - Pensieri e Parole

Teatro e dintorni

Sport ed espressività

I Bambini di Begoml

La rete

Rassegna Stampa

Testimonials







LOGIN
REDATTORI









Cooperativa TANDEM

immagine Rivista Animazione Sociale

Logo Caritas

locandina del film - il ronzio delle mosche - di Dario D'Ambrosi


Logo Disabili .com - oltre le barriere
..:  TUTTI IN CAMPO  :..

Quindicesima puntata di "Attraverso lo Specchio", tra i misteri di Leonardo, poesie di Alda Merini e il Pirozzi Acoustic Quartet

la recensione della trasmissione di Gioved├â┬Č 6 Giugno 2013
a cura di Antonio De Honestis

Puntata doppia e doppia porzione di spettacolo esilarante e vivace per questa quindicesima puntata del programma, puntata che ha visto l'arte, in varie accezioni, fare da protagonista lungo tutta la durata dello stesso, camerieri e ballerine a fare da contorno.

Tanto per cominciare il Sansone si lascia andare ad una divagazione poetica, tra tradizione e gerghi popolari, in un monologo a braccio accompagnato dall'accurato sottofondo musicale del Luca Pirozzi Quartet, come a preannunciare una puntata a base di arte e musica a tutto spiano, divertente seguire i voli pindarici del conduttore, la musica di spessore, un quartetto acustico da "Ripostiglio", tanto per tenere basse le aspettative di chi pretenderebbe della musica da "Camera".

Primo tra gli ospiti il Prof. Silvano Vinceti, che con molta passione ha parlato delle sue ricerche scientifiche sui misteri della Gioconda di Leonardo, un'opera, a dire del professore, dai nascosti misteri esoterici, come l'aver trovato dei numeri dipinti nel fondo degli occhi della famosa Monna Lisa, numeri che richiamerebbero alla doppia natura, maschile e femminile, della donna dipinta, ma forse anche dell'autore Leonardo, d'altronde la psicoanalisi contemporanea ci ha insegnato che nessuno di noi ├â┬Ę completamente uomo o completamente donna, meglio una combinazione dei due, come pare il genio toscano avesse gi├â┬á nel '400 intuito.

Ancora tra gli ospiti graditi la regista teatrale e poetessa Gaia Gentile, autrice dell'opera Merimia, attraversamento dell'anima dell'autrice attraverso la poesia delirante e straziante di Alda Merini, in studio con lei l'attrice Patrizia Bernardini ed il musicista Giuseppe Camozzi, i quali, per il piacere del pubblico, hanno in studio rappresentato brani tratti dall'opera sopra citata.

A riguardo il Prof. Luigi Attenasio ci ha ricordato, a fianco della Merini, la povera Adalgisa Conti che nel 1913 fu condotta nel manicomio di Arezzo, lo psichiatra ci narra che, la sfortunata e bellissima ragazza passerà tutta la vita al manicomio, fino alla sua morte nel 1989, che scrisse, su invito di uno psichiatra dell'epoca, un suo diario e che le sue idee fossero simili al contemporaneo Sigmund Freud d'oltralpe, questo per tributare almeno alla gloria una dignità a questa ragazza privata della vita da una società che, allora, viveva del pregiudizio della malattia mentale e della sua incurabilità.

Tra un ospite e l'altro le musiche del quartetto acustico di Pirozzi, contrabbasso, due chitarre e violino, fanno da ideale cornice cabarettistica al programma, rendendolo più fruibile e gradevole, musiche dai vaghi richiami alla cultura gitana sebbene il gruppo sia maremmano a tutti gli effetti.

E immancabilmente l'appuntamento con il cinema del critico Eufemiano Brengelli, stavolta ci propone il film di Paolo Sorrentino "La Grande Bellezza", che descrive la dissoluzione disperata della società borghese e opulenta contemporanea, un film che invitiamo i lettori a vedere sul grande schermo. Come immancabile la rubrica sul Meteo di Sergei Maksimau, sempre più imprevedibile e fallimentare nel sbagliare metodicamente qualsiasi anticipazione.

Due ore passate in buona compagnia, un programma vario e divertente, serio e impegnato allo stresso tempo, un programma che va ora verso il rush finale, che invitiamo tutti a seguire fino in fondo, fino alla fine di giugno.

Antonio De Honestis

top




Sito del progetto Humus
Intervento di Cooperazione Internazionale a favore delle Vittime di CHERNOBYL





www.vita.it - non profit online

IN BACHECA

cartolina di Natale

locandina spettacolo teatrale

locandina spettacolo teatrale

Protocollo d'intesa

PROTOCOLLO D'INTESA
Italia - Bielorussia


La Casa Famiglia

Accoglienza dei bambini di Begoml 27 maggio - 1 luglio 2005

Il progetto "UNA CASA FAMIGLIA" per i bambini di Begoml
C/C BANCARIO 23437/11 - ABI 3002 - CAB 05029 - CIN Q


Logo Fondazione PFIZER il progetto Ŕ stato realizzato con il contributo della FONDAZIONE PFIZER

Laboratorio Permanente

Laboratorio permanente delle diversitÓ sul territorio

Youth Action for Peace
Logo Pax Christi Roma
Logo Rivista Libera
Logo Rivista MondialitÓ
ComunitÓ Exodus
Logo Gruppo Fonderia
Logo ComunitÓ di Sant Egidio
Logo L'Isola che non c'era
cartolina di Natale
auguri di Natale 2004
Bandiera della Pace
Logo Anno Europeo dei Disabili 2003

Logo di Cittadinanza ai disabili mentali in povertÓ