info@ilcavallobianco.it
INIZIATIVE DI CITTADINANZA ATTIVA: "TUTTI IN CAMPO PER UNA CITTA' MULTICULTURALE 2005" l'idea di un "laboratorio permanente delle diversitÓ sul territorio" Ŕ alla base dell'iniziativa che si svolgerÓ a Roma dal 26 maggio al 1 luglio 2005 si svolgerÓ a Roma la Quattordicesima Edizione della manifestazione ôTUTTI IN CAMPO PER UNA CITT└ MULTICULTURALE ľ XIV EDIZIONEö, festa di sport, cultura e integrazione sociale. ... -> ... INIZIATIVE DI CITTADINANZA ATTIVA: - UNA CASA FAMIGLIA PER I BAMBINI DI BEGOMEL - vuoi partecipare al progetto per realizzare una casa famiglia per i Bambini di Begomel, a Minsk, Bielorussia, puoi contattarci a info@ilcavallobianco.it, ed inviare il tuo contributo al conto dell'Associazione Il Cavallo Bianco, C/C BANCARIO 23437/11 ABI 3002 CAB 05029 CIN Q. APPUNTAMENTI: Giovedý 23 giugno 2005, ore 21,00 - Happening Teatrale "PINOCCHIO NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE" Oratorio Parrocchia S. Stanislao - Via Rolando Vignali, 15 Roma (CinecittÓ Est) .... -> ...

ARGOMENTI

[ Home Page ]


..: TUTTI IN CAMPO :..

Cittadinanza Attiva

L'Associazione

Impegno Civile e Impegno Sociale

Progetti

Handicap e Sessualità

IntegrAzione

Cultura

Scripta Manent - Pensieri e Parole

Teatro e dintorni

Sport ed espressività

I Bambini di Begoml

La rete

Rassegna Stampa

Testimonials







LOGIN
REDATTORI









Cooperativa TANDEM

immagine Rivista Animazione Sociale

Logo Caritas

locandina del film - il ronzio delle mosche - di Dario D'Ambrosi


Logo Disabili .com - oltre le barriere
Teatro e dintorni

Saggio della prima Scuola Sperimentale di Teatro Integrato
istituita con il contributo della Regione Lazio
fondata e diretta da Dario D'Ambrosi
con la collaborazione di Mario Pizzuti

Teatro Quirino 14 Febbraio 2007 ore 21:00

LA MAGIA DEL TEATRO


ideato e interpretato da:
Antonella Zucca, Ivan Krasnik, Laura Sampedro, Lucio Patan├â┬Ę, Mascia Kachan, Misha Krasnik, Olga Tsikhamirava, Paolo Sansone, Sebastiano Alfei, Stefano Nicol├â┬▓ Amati
drammaturgia: Antonella Zucca
accompagnamento musicale dal vivo: Maurizio Catania


Lo spettacolo proposto ├â┬Ę interamente frutto dell'immaginazione dei ragazzi che hanno partecipato alla scuola. L'intento ├â┬Ę stato quello di stimolare la loro creativit├â┬á senza influenzarne la fantasia e la sensibilit├â┬á, permettendo ad ognuno di trovare il proprio spazio espressivo nel campo teatrale: scrittura, recitazione, creazione costumi o scenografie, musica.

Dario D'Ambrosi


Entrare in scena e mettersi ognuno nella posizione di comando per il decollo dell'aereo che verrà poi dirottato e fatto schiantare nel deserto
Quindi appunto la prima scena in silenzio e molto lentamente poi il risveglio

Risvegliarsi con un semaforo e un vigile che non si sa bene che fa in mezzo al deserto e che continua ripetutamente a dire: avanti alt stop e fischia e gesticola con le mani mentre una figura (il filosofo poeta ) calma e tranquilla attraversa il palcoscenico e ogni tanto dice delle frasi sul mondo l'amore la pace e che piano piano fa risvegliare i sopravvissuti (o sono solo delle anime in pena in una sorta di limbo?)

I due piloti dopo lo schianto si svegliano
hanno conservato ricordi dei loro viaggi da turisti e osservano e registrano tutto, alla continua ricerca di "voci di animali" da registrare
si incontrano scontrano con una gentilissima cameriera nera (l'unico ristorante in tutto il deserto)

Incontrano uno dei passeggeri che non vede e ha perso la sua identità e che li guida alla ricerca delle voci e che passa da uno stato di quasi coscienza di essere prima uomo poi bambino poi animale

Gli animali che popolano i loro sogni

La fine del tempo

L'inizio:
l'incubo di una strega
l'arrivo di una danzatrice che sente tutto il mondo tra le mani finch├â┬Ę a un certo punto riveler├â┬á la sua identit├â┬á: l'angelo che protegge dai demoni il sonno dei bambini

Tutte queste scene devono essere fatte con l'alternarsi dei personaggi che alzandosi prendono vita all'improvviso
O per propria volontà o per cause di contatto sia visivo che nel contatto corporeo o nello "stare" si accasciano per simbolizzare ciò che si vuole:
il riposo essere semplicemente rilassati o farsi morire in una morte che non ├â┬Ę mai morte e in una vita che non ├â┬Ę mai vita


Antonella Zucca

top




Sito del progetto Humus
Intervento di Cooperazione Internazionale a favore delle Vittime di CHERNOBYL





www.vita.it - non profit online

IN BACHECA

cartolina di Natale

locandina spettacolo teatrale

locandina spettacolo teatrale

Protocollo d'intesa

PROTOCOLLO D'INTESA
Italia - Bielorussia


La Casa Famiglia

Accoglienza dei bambini di Begoml 27 maggio - 1 luglio 2005

Il progetto "UNA CASA FAMIGLIA" per i bambini di Begoml
C/C BANCARIO 23437/11 - ABI 3002 - CAB 05029 - CIN Q


Logo Fondazione PFIZER il progetto Ŕ stato realizzato con il contributo della FONDAZIONE PFIZER

Laboratorio Permanente

Laboratorio permanente delle diversitÓ sul territorio

Youth Action for Peace
Logo Pax Christi Roma
Logo Rivista Libera
Logo Rivista MondialitÓ
ComunitÓ Exodus
Logo Gruppo Fonderia
Logo ComunitÓ di Sant Egidio
Logo L'Isola che non c'era
cartolina di Natale
auguri di Natale 2004
Bandiera della Pace
Logo Anno Europeo dei Disabili 2003

Logo di Cittadinanza ai disabili mentali in povertÓ