info@ilcavallobianco.it
INIZIATIVE DI CITTADINANZA ATTIVA: "TUTTI IN CAMPO PER UNA CITTA' MULTICULTURALE 2005" l'idea di un "laboratorio permanente delle diversitŗ sul territorio" Ť alla base dell'iniziativa che si svolgerŗ a Roma dal 26 maggio al 1 luglio 2005 si svolgerŗ a Roma la Quattordicesima Edizione della manifestazione ďTUTTI IN CAMPO PER UNA CITTņ MULTICULTURALE Ė XIV EDIZIONEĒ, festa di sport, cultura e integrazione sociale. ... -> ... INIZIATIVE DI CITTADINANZA ATTIVA: - UNA CASA FAMIGLIA PER I BAMBINI DI BEGOMEL - vuoi partecipare al progetto per realizzare una casa famiglia per i Bambini di Begomel, a Minsk, Bielorussia, puoi contattarci a info@ilcavallobianco.it, ed inviare il tuo contributo al conto dell'Associazione Il Cavallo Bianco, C/C BANCARIO 23437/11 ABI 3002 CAB 05029 CIN Q. APPUNTAMENTI: Giovedž 23 giugno 2005, ore 21,00 - Happening Teatrale "PINOCCHIO NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE" Oratorio Parrocchia S. Stanislao - Via Rolando Vignali, 15 Roma (Cinecittŗ Est) .... -> ...

ARGOMENTI

[ Home Page ]


..: TUTTI IN CAMPO :..

Cittadinanza Attiva

L'Associazione

Impegno Civile e Impegno Sociale

Progetti

Handicap e Sessualità

IntegrAzione

Cultura

Scripta Manent - Pensieri e Parole

Teatro e dintorni

Sport ed espressività

I Bambini di Begoml

La rete

Rassegna Stampa

Testimonials







LOGIN
REDATTORI









Cooperativa TANDEM

immagine Rivista Animazione Sociale

Logo Caritas

locandina del film - il ronzio delle mosche - di Dario D'Ambrosi


Logo Disabili .com - oltre le barriere
Teatro e dintorni

PERLUSTRANDO IL PALCOSCENICO.....ALLA RICERCA DELL'INTEGRAZIONE

in scena a Roma il nuovo happening teatrale di Dario D'Ambrosi
saggio finale
Scuola Sperimentale di Teatro Integrato "La magia del teatro"

con la partecipazione degli artisti dell'Associazione Volontari "Il Cavallo Bianco"
___________________________________________________________________
Mercoledì 14 Febbraio 2007 - ore 21 - Teatro Quirino

Ingresso Libero

____________________________________________________________

Mercoledì 14 febbraio 2007, alle ore 21, al Teatro Quirino di Roma, va in scena l'happening teatrale La magia del teatro, conclusione ideale di un percorso di animazione e formazione rivolto ad artisti con e senza disabilità, italiani e stranieri.


Entrata a ingresso libero


La serata è promossa dall'Associazione Teatro Patologico, con il patrocinio di ETI - Ente Teatrale Italiano e Regione Lazio, in collaborazione con:
- Contact Center Integrato SuperAbile - INAIL
- Presidio del Lazio - Centro Servizi Regionale per l'Autonomia e le Diverse Abilità - Regione Lazio
- COIN
- Cooperativa Sociale Integrata TANDEM
- Cooperativa Sociale Integrata MATRIOSKA
- Associazione Volontari "Il Cavallo Bianco"


E' prevista la partecipazione di:
- Piero Marrazzo, Presidente della Giunta Regionale del Lazio
- Massimo Pineschi, Presidente del Consiglio Regionale del Lazio
- Francesco Gesualdi, Segretario Generale della Giunta Regionale del Lazio
- Alessandra Mandarelli, Assessore alle Politiche Sociali - Regione Lazio
- Massimo Moratti, Presidente F.C. Inter
- Personalità del mondo dello spettacolo, dello sport e della politica
- Rappresentanti dell'INAIL
- Rappresentanti delle Associazioni delle persone con disabilità e delle Cooperative Sociali



La Serataprende spunto dall'occasione della presentazione del percorso di animazione e formazione svolto (da Novembre 2006 a Febbraio 2007) dalla Scuola Sperimentale di Teatro Integrato "La magia del teatro", fondata e diretta da Dario D'Ambrosi, con il contributo della Regione Lazio.


D'Ambrosi da oltre venticinque anni presenta sulle scene europee e statunitensi il suo Teatro Patologico: il suo grande riferimento culturale è da sempre stato Antonin Artaud, colui che, nel Novecento, ha indicato a tutte le avanguardie artistiche nell'evento unico e irripetibile la strada per recuperare la sacralità dell'arte antica.
Il teatro di D'Ambrosi è sempre stato caratterizzato dal grido, dalla violenza delle emozioni e dalla dolcezza della scoperta delle diversità. Quadri di sacre rappresentazioni che, dalla scena alla platea, per ritornare sul palcoscenico, hanno sempre coinvolto, fin nelle viscere, il pubblico, mai spettatore inerte, ma sempre parte in causa della disperazione, del dolore e della gioia, che l'umanità dolente e gaudente dei personaggi di D'Ambrosi scopre e propone.
La "solitudine" della scena del Teatro Patologico, dove il formidabile ed inesauribile attore Dario D'Ambrosi (mai adeguatamente e opportunamente valorizzato dalla critica teatrale italiana, a differenza dei critici americani che lo hanno talora anche eccessivamente premiato, in occasione delle sue innumerevoli performance al mitico Cafè La Mama di New York) portava il carico del dolore di migliaia e migliaia di cartelle cliniche dei Manicomi di mezzo mondo, negli ultimi 10 anni si è popolata dei colori e delle emozioni di decine di artisti, con e senza disabilità, italiani e stranieri.
E' stato, in particolare, l'incontro con l'Associazione Volontari "Il Cavallo Bianco" di Roma il momento fondamentale della svolta di D'Ambrosi, dal teatro della crudeltà al teatro delle diversità.
E' stato il contatto e il rapporto frequente con persone con disabilità, che quotidiamente rilanciano la sfida alla vita e al mondo circostante, non malgrado le proprie difficoltà, ma valorizzando la propria specifica e peculiare diversità.
L'Associazione Volontari "Il Cavallo Bianco", così come indicato nel suo Statuto, si propone essenzialmente come Laboratorio permanente delle diversità sul territorio, uno spazio ed un tempo in cui le diversità psichiche, psichiatriche, fisiche, sensoriali, politiche, filosofiche, religiose, etniche ed economiche possano divenire occasione di scambio nella reciprocità, disponibilità alla deflagrazione delle presunte verità solitamente irremovibili, contaminazione e opportunità di nuove modalità di aggregazione sociale e culturale.

Lo spirito dell'Associazione "Il Cavallo Bianco" ha incontrato l'emozione del Teatro Patologico di Dario D'Ambrosi, in un particolarissimo caleidoscopio di luci ed ombre, colori ed incertezze, ricerca di prodotti finiti ed esplosione di capolavori mai rivelati all'esterno.

La Scuola Sperimentale di Teatro Integrato "La magia del teatro" è la prima sintesi del "nuovo" Teatro patologico e delle diversità di Dario D'Ambrosi, un percorso difficile e pieno di rischi, immaginato tante volte da Dario e dai suoi amici (con e senza disabilità) del Cavallo Bianco, che ora sembra poter diventare un progetto stabile, grazie all'interesse del Presidente della Giunta della Regione Lazio, che probabilmente la sera del 14 Febbraio annuncerà l'intenzione della Regione di affidare a D'Ambrosi degli spazi, per costruire finalmente il suo sogno: una Scuola di Teatro Integrato a valenza nazionale.


L'happening teatrale del 14 Febbraio al Teatro Quirino è stato interamente creato dagli artisti, con e senza disabilità, italiani e stranieri, che hanno partecipato nei mesi scorsi alla Scuola di D'Ambrosi: canovaccio teatrale, scenografie, costumi, dialoghi e monologhi, luci e musiche sono frutto della fantasia sfrenata ed antiteatrale delle persone in scena, insieme al recuperato attore Dario D'Ambrosi (che stavolta non farà il regista, ma si lascerà andare insieme agli altri...in un percorso delle emozioni impreviste sul palcoscenico).
Tra gli indomiti teatranti in scena ci saranno anche alcuni giovani bielorussi, da sempre ex di qualcosa: ex bambini di Chernobyl, ex ospiti di Orfanotrofio per bambini oligofrenici, ex destinati al Manicomio. Ma soprattutto, ora, attuali fondatori della prima Cooperativa Sociale Integrata italo-bielorussa, la Cooperativa Matrioska, specializzata in laboratori teatrali integrati, animazione nelle Scuole, riprese video-fotografiche e montaggio, service audio-luci, supporto all'immigrazione, cooperazione transnazionale decentrata.
Si sono formati per tutto il 2006, grazie ad un finanziamento del Ministero dello Sviluppo Economico - Direzione Generale per gli Enti Cooperativi (Legge 59/92)...ed ora sono qui a proporsi, oltre che come artisti, come soci lavoratori in cerca di integrazione sociale e culturale e concrete opportunità di lavoro, a cominciare dagli affidamenti che le Amministrazioni Pubbliche, per Legge, sarebbero tenute a destinare in minima percentuale anche alle Cooperative Sociali, ma di cui spesso e volentieri si dimenticano.


E', infine, una Serata dedicata alle buone prassi. Viene promossa, in particolare, dal Contact Center Integrato SuperAbile - INAIL, nell'ottica che lo contraddistingue di ricerca, promozione e disseminazione delle buone prassi nell'ambito dell'integrazione sociale e culturale delle persone con disabilità, in continuità con le azioni intraprese nell'anno 2006 sul territorio della Regione Lazio (comprensive anche di scambi transnazionali e nazionali con realtà provenienti da altri territori regionali e stranieri).
Le buone prassi nell'ambito dell'intervento sociale e, pi√ɬĻ specificatamente, nel campo dell'integrazione sociale e culturale di persone con disabilit√ɬ† rischiano frequentemente di avere scarsa visibilit√ɬ† e spesso di non raggiungere la maggior parte della gente comune.
Il Contact Center Integrato SuperAbile, in quanto sistema integrato di servizi, è anche occasione di sperimentazione e proposta di una adeguata e corretta comunicazione sociale, che viene a coincidere e ad identificarsi soprattutto con le buone prassi.
Anche l'evento di Mercoled√ɬ¨ 14 Febbraio 2007 (come le pi√ɬĻ recenti iniziative sul territorio realizzate, di cui √ɬ® dato ampio riscontro sul Portale) sar√ɬ† sintesi della rete che √ɬ® stata creata e/o approfondita nel corso del primo anno del Contact Center Integrato SuperAbile, rete di relazioni (il bottom up), ma anche rete di proposte e di azioni, che coestistono nella reciprocit√ɬ† delle loro specifiche differenze.
Nel corso della Serata, verranno presentate anche le varie Organizzazioni che, in rete, hanno promosso l'evento, tra cui un momento particolare verrà dedicato a SuperAbile.


Fonte: www.superabile.it

top




Sito del progetto Humus
Intervento di Cooperazione Internazionale a favore delle Vittime di CHERNOBYL





www.vita.it - non profit online

IN BACHECA

cartolina di Natale

locandina spettacolo teatrale

locandina spettacolo teatrale

Protocollo d'intesa

PROTOCOLLO D'INTESA
Italia - Bielorussia


La Casa Famiglia

Accoglienza dei bambini di Begoml 27 maggio - 1 luglio 2005

Il progetto "UNA CASA FAMIGLIA" per i bambini di Begoml
C/C BANCARIO 23437/11 - ABI 3002 - CAB 05029 - CIN Q


Logo Fondazione PFIZER il progetto Ť stato realizzato con il contributo della FONDAZIONE PFIZER

Laboratorio Permanente

Laboratorio permanente delle diversitŗ sul territorio

Youth Action for Peace
Logo Pax Christi Roma
Logo Rivista Libera
Logo Rivista Mondialitŗ
Comunitŗ Exodus
Logo Gruppo Fonderia
Logo Comunitŗ di Sant Egidio
Logo L'Isola che non c'era
cartolina di Natale
auguri di Natale 2004
Bandiera della Pace
Logo Anno Europeo dei Disabili 2003

Logo di Cittadinanza ai disabili mentali in povertŗ