info@ilcavallobianco.it
INIZIATIVE DI CITTADINANZA ATTIVA: "TUTTI IN CAMPO PER UNA CITTA' MULTICULTURALE 2005" l'idea di un "laboratorio permanente delle diversitÓ sul territorio" Ŕ alla base dell'iniziativa che si svolgerÓ a Roma dal 26 maggio al 1 luglio 2005 si svolgerÓ a Roma la Quattordicesima Edizione della manifestazione ôTUTTI IN CAMPO PER UNA CITT└ MULTICULTURALE ľ XIV EDIZIONEö, festa di sport, cultura e integrazione sociale. ... -> ... INIZIATIVE DI CITTADINANZA ATTIVA: - UNA CASA FAMIGLIA PER I BAMBINI DI BEGOMEL - vuoi partecipare al progetto per realizzare una casa famiglia per i Bambini di Begomel, a Minsk, Bielorussia, puoi contattarci a info@ilcavallobianco.it, ed inviare il tuo contributo al conto dell'Associazione Il Cavallo Bianco, C/C BANCARIO 23437/11 ABI 3002 CAB 05029 CIN Q. APPUNTAMENTI: Giovedý 23 giugno 2005, ore 21,00 - Happening Teatrale "PINOCCHIO NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE" Oratorio Parrocchia S. Stanislao - Via Rolando Vignali, 15 Roma (CinecittÓ Est) .... -> ...

ARGOMENTI

[ Home Page ]


..: TUTTI IN CAMPO :..

Cittadinanza Attiva

L'Associazione

Impegno Civile e Impegno Sociale

Progetti

Handicap e Sessualità

IntegrAzione

Cultura

Scripta Manent - Pensieri e Parole

Teatro e dintorni

Sport ed espressività

I Bambini di Begoml

La rete

Rassegna Stampa

Testimonials







LOGIN
REDATTORI









Cooperativa TANDEM

immagine Rivista Animazione Sociale

Logo Caritas

locandina del film - il ronzio delle mosche - di Dario D'Ambrosi


Logo Disabili .com - oltre le barriere

La Storia dell'Internato di Begoml - Minsk - Bielorussia (zona Chernobyl)



L´┐ŻAssociazione Volontari ´┐ŻIl Cavallo Bianco´┐Ż ´┐Ż nata nel 1988 dall´┐Żincontro tra giovani con e senza disabilit´┐Ż mentali e/o disagio psichiatrico, come ipotesi di laboratorio permanente delle diversit´┐Ż sul territorio.

Le diversit´┐Ż fisiche, psichiche, sensoriali, culturali, politiche, religiose, etniche ed economiche non vengono considerate come motivo di discriminazione ed emarginazione, ma divengono occasione di scambio reciproco e crescita comune, nell´┐Żascolto dell´┐Żaltro.

I giovani con e senza disabilit´┐Ż dell´┐ŻAssociazione sono persone che cercano di vivere quotidianamente una cittadinanza partecipata, individuando i problemi del territorio e proponendo concretamente delle soluzioni di convivenza pacifica ed interculturale.

L´┐ŻAssociazione Volontari ´┐ŻIl Cavallo Bianco´┐Ż opera per un graduale passaggio da una mentalit´┐Ż diffusa che vede la persona con disabilit´┐Ż come un oggetto di assistenza ad una cultura nuova che riconosca il valore di ogni diversit´┐Ż, valorizzando la persona con disabilit´┐Ż come soggetto di cittadinanza attiva.L´┐ŻAssociazione Volontari ´┐ŻIl Cavallo Bianco´┐Ż ´┐Ż costituita da volontari con e senza disabilit´┐Ż, ´┐Ż una associazione ´┐Żintegrata´┐Ż che non prevede una distinzione tra operatori ed utenti. I volontari con e senza disabilit´┐Ż propongono delle attivit´┐Ż a favore del territorio nei settori della cultura, dell´┐Żambiente e dell´┐Żaccoglienza di persone in difficolt´┐Ż (diverse dai volontari svantaggiati dell´┐ŻAssociazione).

Circa otto anni fa, alcuni soci dell´┐ŻAssociazione hanno accolto, per la prima volta, nelle loro case alcuni bambini provenienti da un Orfanotrofio della Bielorussia. L´┐Żospitalit´┐Ż si ´┐Ż ripetuta periodicamente, coinvolgendo altri soci.

´┐Ż cos´┐Ż avvenuto naturalmente che, gradualmente, l´┐Żintera Associazione prendesse a cuore i bambini bielorussi accolti nelle famiglie, per poi occuparsi di tutto l´┐ŻInternato di Begoml, soprattutto dopo avere scoperto di che tipo di Istituto si trattasse.

L´┐ŻInternato di Begoml ospita attualmente circa 160 bambini/ragazzi dai 6 ai 17 anni. L´┐ŻIstituto ´┐Ż rivolto a persone con oligofrenia, cio´┐Ż con ritardo mentale ovvero con problemi psichici ovvero con disagio psichiatrico ovvero con disadattamento sociale. Nella regione ´┐Ż l´┐Żunica struttura di questo tipo esistente. All´┐Żuscita dall´┐ŻInternato (al compimento del 17´┐Ż anno di et´┐Ż oppure a conclusione del ciclo di nove classi), i ragazzi vengono indirizzati in scuole professionali. Pertanto, non sono pi´┐Ż seguiti dall´┐ŻInternato di Begoml.

Le scuole professionali sono in grandi centri abitati, immensi rispetto al villaggio di Begoml, a cui sono abituati i giovani ospiti dell´┐ŻInternato. Le scuole professionali sono rivolte a giovani dai 17 ai 21 anni, senza disabilit´┐Ż. Pertanto, i ragazzi di Begoml vengono integrati in un contesto di ´┐Żnormalit´┐Ż´┐Ż, dopo avere vissuto per oltre 10 anni in un contesto protetto. Come accade anche in Italia (specie negli istituti tecnici e nelle professionali), il ragazzo che mostra difficolt´┐Ż e scarsa autonomia personale viene isolato dagli altri e, anzi, spesso diventa colui che subisce gli scherzi (anche pesanti) dei compagni di scuola.


PROGETTO
CASA FAMIGLIA

foto di Pinocchio - spettacolo teatrale


Il progetto "CASA FAMIGLIA" per i bambini di Begoml
C/C BANCARIO 23437/11 - ABI 3002 - CAB 05029


Accoglienza dei bambini di Begoml 26 maggio - 27 giugno 2003

Un'Azione Umanitaria - Analisi e Statistiche

La storia dell'Internato di Begoml - Minsk - zona Chernobyl -Bielorussia

Dall'Orfanotrofio al "Manicomio"

DifficoltÓ di INTEGRAZIONE lavorativa e sociale"

PROGETTO "PINOCCHIO - Casa delle arti e dei mestieri per adolescenti con disabilit psichica"

PROGETTO: "Laboratorio permanente delle diversitÓ sul territorio"


Bandiera della Pace

Logo Anno Europeo dei Disabili 2003
Youth Action for Peace
Logo Rivista Libera
Logo Rivista MondialitÓ
ComunitÓ Exodus
Logo Gruppo Fonderia